Francesco Fedeli
Indice dell'antologia critica


p. f. (Pietro Feroldi), Il Popolo di Brescia, 10 giugno 1944.

Se il pittore con senso di modestia ha voluto chiamare questa sua rassegna «Mostra di impressioni di Russia», il visitatore dovrà subito convincersi che il valore delle opere esposte supera di gran lunga il limite solitamente assegnato alla impressione, parola d'accatto ...



Luciano Gallina, Catalogo Galleria Schettini, maggio 1962.

... La pittura di Fedeli, a scriverne brevemente, è legata a un dato interiore ben preciso: ed è la costante ricerca di una emozione, di una sua verità poetica, ch'egli ha colto via via nel passar degli anni lungo un itinerario ricco di esperienze e di coraggiosi ...



Luciano Gallina, Catalogo Galleria d'Arte La Vela, aprile 1966.

Francesco Fedeli, che la Galleria La Vela" si onora di ospitare, è uno dei pittori meno legati a gruppi e scuole che ci sia stato dato d'incontrare. Intanto, largamente superato il dato professionale poichè nessuna sottigliezza e nessuna ricerca tecnica ...



Enotrio Mastrolonardo, Catalogo Galleria Il Salotto, ottobre 1966.

La generazione di mezzo s'identifica oggi in Morlotti, Guttuso, Cassinari, Cagli, Burri ...; cioè, con quei pittori che, seguendo l'esempio dei rappresentanti più significativi della generazione precedente e consapevoli della necessità di portare più avanti il ...



Luciano Budigna, Catalogo Galleria d'arte Forum, aprile 1974.

Gli sviluppi operativi della pittura di Francesco Fedeli nel volger dell'ultimo decennio si propongono - prima ancora di pretendere una autonoma valutazione critica - come uno dei più convincenti dati emblematici di un certo modo d'intendere e di attuare l'esercizio ...



Raffaele De Grada, Catalogo Galleria d'arte L'Albatro, 1981.

Non sono tanti quelli che hanno la fortuna, come chi scrive, di ricordare gli inizi della carriera artistica di Fedeli. Io la ricordo epperciò ho accettato l'invito a scriverne. Ricordo paesaggi di case e fabbriche di campagna, di composizione scabra, atta a rendere l'atmosfera ...



Mario Ghilardi, Catalogo Galleria Ponte Rosso, ottobre 1982.

Una vicenda artistica tra le più complesse e tra le più autentiche, come la vicenda di Francesco Fedeli, richiede per interpretarla un certo ordine, una pazienza di lettura e di critica. Cinquant'anni di pittura non possono essere celebrati con luoghi comuni, con ...



Carlo Franza, Il Giornale, 13 ottobre 1990.

... Una antologia di venti opere di Francesco Fedeli si tiene alla Galleria Ponte Rosso (via Brera 2) aperta fino al 25 ottobre. Artista della classe 1911, già allievo di Bossi e Lilloni all'Accademia di Brera, attivo dal 1931 e presente negli anni Quaranta non solo alla Biennale di ...



Filippo Abbiati, Il Giorno, 20 ottobre 1990.

E' sempre un sottile piacere ritrovarsi circondati dalla magica e intrigante pittura di Francesco Fedeli. Dalle pareti della galleria brerina «Ponte Rosso» vent'anni della sua pittura ci accolgono in questi giorni. Milano dunque, alla ripresa della sua attività di mostre, tenta una ...



Raffaele De Grada, Corriere della sera, 23 ottobre 1990.

Francesco Fedeli si avvicina agli ottant'anni. Ricordiamo una sua bella antologica alla Galleria Civica di Gallarate che ebbi l'onore di presentare. Allora Fedeli rivelava tutto se stesso, la sua lunga e meditata passione per la figurazione come la sua sempre giovane ...



Filippo Abbiati, Catalogo Comune di Sesto Calende, giugno 1993.

Pochissime opere, scelte con grande attenzione tra il lavoro più recente, ma senza dimenticare la civitteria di riproporre tele più vecchie di decenni, pulsanti di emozioni e di proposte straordinarie: Francesco Fedeli ha più di 80 anni e, grazie a Dio ...



Magda Biglia, Il Giorno, 30 gennaio 1999.

Seguì la guerra con l'animo dell'artista, con l'occhio alla sofferenza dei commilitoni ma anche dei nemici, con l'interesse per i visi dalla slava ieraticità e dal dolore antico. Francesco Fedeli, classe 1911, fu inviato nel '42 sul fronte russo dal ministero della Cultura ...



Mauro Corradini, Bresciaoggi, 8 febbraio 1999.

Italiani, brava gente. E' diventato quasi proverbiale il complimento che i russi fecero ai componenti dell'esercito italiano, nella terribile seconda guerra mondiale: «Italiani, brava gente!». Come sempre, nel proverbio c'è una verità, che mette conto richiamare: invasori ...



Anna Maria Di Paolo, Fedeli, volti disarmati dal fronte
"BresciaSet", 18 febbraio 1999.

Le lacerazioni prodotte dalla guerra furono tanto sconvolgenti e devastanti sia sul piano materiale sia su quello culturale che nessun progetto di "ricostruzione" riuscì a colmare il buco nero nelle anime. ...



f. lor. (Fausto Lorenzi), Giornale di Brescia, 9 marzo 1999.

Furono presentati per la prima volta a Brescia, alla galleria Paganora, ancora sotto l'ala cupa della guerra, i disegni di Francesco Fedeli (1911-1998) dedicati alla campagna di Russia. Un terzo dei disegni dal fronte russo del 1942-'43 sono stati acquisiti in una collezione ...



Fausto Lorenzi, Catalogo Galleria dell’Incisione, gennaio 2006.

Anche l'Italia ebbe i suoi artisti di guerra, come lo furono Moore, Sutherland, Bacon per l'Inghilterra. Tra i nostri ci fu il milanese Francesco Fedeli (1911-1998), soldato semplice, ma aggregato col rango d'ufficiale-artista alla divisione Fanteria Ravenna che fece parte ...



Giorgio Fedeli, Catalogo Galleria dell’Incisione, gennaio 2006.

«I complimenti del re Vittorio Emanuele III davanti ad un suo quadro esposto alla prima mostra degli artisti in armi valsero al fante Francesco Fedeli, fresco reduce dai campi di battaglia jugoslavi, la "promozione" a corrispondente di guerra dal fronte russo. Il compito ...



Fausto Lorenzi, Giornale di Brescia, 26 gennaio 2006.

Oggi, 26 gennaio, è l'anniversario della Battaglia di Nikolajewka del 1943, quando gli Alpini italiani in ritirata dal fronte del Don, pur stremati e affamati, riuscirono a vincere l'accerchiamento delle truppe sovietiche, garantendo una via di salvezza al corpo di spedizione ...